mercoledì 9 maggio 2012

Biografie ancor più essenziali

Penso che Twitter sia un posto giusto dove sistemarle, certo non puoi superare i 140 caratteri ma vabbè, chi se ne frega, è una sfida in più. Così rischio di perderle però - anche se Gianluigi si è preso la briga di tradurle in inglese - e siccome penso pure che su un blog uno sia autorizzato a scrivere qualunque scemenza gli passi per la testa, allora le raccolgo qua, tanto per dare un colpo definitivo ad una reputazione già compromessa.

Carl Friedrich Gauss (30 aprile 1777 – 23 febbraio 1855) calcolava tutto a mente ché aveva un cervello pieno di curvature.
Kurt Godel (28 aprile 1906-14 gennaio 1978) sospettava che qualcuno tramasse per avvelenarlo e, non potendo dimostrarlo, non completava i pasti. 
Il giorno in cui nacque Søren, il 5 maggio 1813, la signora Kierkegaard sbadigliò.
Non fu per dimostrare la legge di conservazione della massa che a Lavoisier (26 agosto 1743 – 8 maggio 1794) tagliarono la testa.

Poi c'è pure un disegnino
ho imparato a non preoccuparmi, disse il dottore


Posta un commento