domenica 6 maggio 2012

Carpiman

Stamattina alla stazione di Carpi, che era presto stamattina, c'era un tizio biondo, un ragazzo che indossava un costume di panno nero con un'enorme C sul petto, un mantello rosso legato al collo ed una altra C, nera, cucita sopra. Nascoste sotto al mantello delle piume arancioni. È così che ho incontrato Carpiman, il supereroe delle terre d'argine, che ti lancia le tigelle e ti finisce con il gnocco fritto.

8 commenti:

Juhan ha detto...

come hai fatto a sfuggirgli?

Peppe Liberti ha detto...

gli ho spruzzato Lambrusco

Popinga ha detto...

Carpi è terra di supereroi.

Peppe Liberti ha detto...

No, che poi pensavo una cosa del tipo Supermany, in effetti, può essere

Daniela ha detto...

A Carpi ho passato una bellissima serata in osteria, tempo fa. Con regolamentare tigella. Volevo scriverne, ma il sistema mi chiede di dimostrare che non sono un robot e a dire il vero oggi non mi sento tanto bene e certe certezze non fanno per me

Peppe Liberti ha detto...

:)

Mauro ha detto...

Però vogliamo la foto! :)

Saluti,

Mauro.

Peppe Liberti ha detto...

non potevo e, potendo, forse non l'avrei fatta chè mi faceva un po' paura